Ultima modifica: 13 dicembre 2016

L’accoglienza

Nei plessi delle Scuole Secondarie di Primo Grado vengono effettuate visite da parte delle classi quinte delle Scuole Primarie:

  • Tra dicembre e gennaio, quando le classi quinte vengono invitate dalle classi terze della sc. secondaria per conoscere la nuova realtà scolastica e assistere a lezioni ed attività
  • A fine anno, in occasione di mostre, di spettacoli, di concerti e di proiezioni di audiovisivi.

Infine, all’inizio della prima della Scuola Secondaria, è prevista l’attività “Progetto Accoglienza” realizzata da tutti i docenti e finalizzata alla conoscenza sia della personalità degli alunni che della nuova istituzione scolastica (ambiente, personale scolastico, regolamento…).

La conoscenza della personalità degli alunni viene acquisita tramite strumenti di molteplice natura (giochi di socializzazione, autoritratto, ritratto della famiglia, verbalizzazione delle esperienze e delle emozioni, somatogenesi…) ed attività riguardanti la sfera affettivo-emotiva, e quella espressiva, per contenere inevitabili ansie causate dal passaggio tra i due cicli scolastici

Nei plessi delle Scuole Secondarie di Primo Grado vengono effettuate visite da parte delle classi quinte delle Scuole Primarie:

  • Tra dicembre e gennaio, quando le classi quinte vengono invitate dalle classi terze della sc. secondaria per conoscere la nuova realtà scolastica e assistere a lezioni ed attività
  • A fine anno, in occasione di mostre, di spettacoli, di concerti e di proiezioni di audiovisivi.

Infine, all’inizio della prima della Scuola Secondaria, è prevista l’attività “Progetto Accoglienza” realizzata da tutti i docenti e finalizzata alla conoscenza sia della personalità degli alunni che della nuova istituzione scolastica (ambiente, personale scolastico, regolamento…).

La conoscenza della personalità degli alunni viene acquisita tramite strumenti di molteplice natura (giochi di socializzazione, autoritratto, ritratto della famiglia, verbalizzazione delle esperienze e delle emozioni, somatogenesi…) ed attività riguardanti la sfera affettivo-emotiva, e quella espressiva, per contenere inevitabili ansie causate dal passaggio tra i due cicli scolastici